MASTER EBIT

PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE,
ETICA, TRASPARENZA E ACCESSO

ANAC, PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE (PNA), FORMAZIONE OBBLIGATORIA
RESPONSABILE PREVENZIONE CORRUZIONE E TRASPARENZA (RPCT), DIRIGENTI, DIPENDENTI, OIV

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI PUBBLICI (DPR 62/2013),
TRASPARENZA, OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE, ACCESSO

Print Friendly and PDF  

NovitàDal 1° luglio 2021 sono consentiti i corsi di formazione in presenza
Art. 10 D.L. 18 maggio 2021, n. 65 (Corsi di formazione) – Decreto “Riaperture bis” (GU Serie Generale n.117 del 18-05-2021)
“Dal 1° luglio 2021, in zona gialla, i corsi di formazione pubblici e privati possono svolgersi anche in presenza,
nel rispetto di protocolli e linee guida adottati ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del decreto-legge n. 33 del 2020”

Tutte le strutture che ospitano i Master EBIT rispettano i protocolli e le linee guida di sicurezza SARS-Cov-2 vigenti

DATE E SEDI:

1° edizione: 12, 13, 14, 15 e 16 luglio 2021VIAREGGIO, Hotel Astor
2° edizione: 6, 7, 8, 9 e 10 settembre 2021 - GIARDINI NAXOS, UnaHotels Naxos beach


  • DURATA ED ORARI: 5 giorni (ore: 9:00 - 14:00)

  • QUOTE INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE: €950 a persona + iva
    (iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell’art. 14, comma 10, L. 537/1993)

    Promo 1 Partecipante - 2000-53%=950

  • OFFERTA SPECIALE!
                   Promo 1 Partecipante - 6000-68%=1900
  • DESTINATARI: dirigenti, funzionari e dipendenti

  • OBIETTIVI: Il Master consente di adempiere ad un obbligo di formazione nell’ambito della strategia di prevenzione della corruzione (art. 1 legge 6 novembre 2012, n. 190).
    Oltre alla disamina relativa alla nuova metodologia di gestione dei rischi corruttivi ed al ruolo dei soggetti coinvolti dal PNA (RPCT, dirigenti, dipendenti, OIV), il Master prevede altresì una specifica trattazione del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici dopo le linee guida Anac n. 177/2020 nonché la analisi delle ultime novità in tema di trasparenza, obblighi di pubblicazione e accesso.
    Particolare attenzione verrà altresì data al ruolo del Servizio Risorse Umane, del Responsabile per la transizione al digitale (RTD), degli Organismi indipendenti di valutazione (OIV) e dei Comitati Unici di Garanzia (CUG).
    Oltre alla disamina di una ipotesi di accordo individuale, che sarà obbligatorio al termine della attuale situazione emergenziale, saranno oggetto di discussione le linee guida del Dipartimento della Funzione Pubblica 9 dicembre 2020.
    Il Master fornisce utili indicazioni ai fini della redazione del Piano Organizzativo Lavoro Agile (POLA) o, in alternativa, del Regolamento dell’Ente, nonché consentirà di sviluppare competenze di auto-organizzazione e responsabilità individuale nel lavoro e di cooperare ed interagire con efficacia a distanza tra colleghi e con l’utenza esterna.

  • METODOLOGIA DIDATTICA: lezioni frontali dinamiche e interattive, autocasi, simulazioni, lavori di gruppo.

  • DOCENTI:

    dott. STEFANO PAOLI, Esperto in Anticorruzione, privacy, attività amministrativa e semplificazione; DPO (Data Protection Officer); Auditor/Lead auditor di sistemi di gestione; Già Segretario e Direttore Generale; Docente EBIT Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A. (www.infoebit.com) e PA360 Formazione online per la Pubblica Amministrazione (www.pa-360.it)

    dott.ssa ANNA BARBATO, Esperta in materia di Anticorruzione, trasparenza e accesso; Docente EBIT Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A. (www.infoebit.com) e PA360 Formazione online per la Pubblica Amministrazione (www.pa-360.it)

  • DIRETTORE DIDATTICO: dott. MICHELE PETRONE, Project Manager; Direttore EBIT Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A. (www.infoebit.com)


PROGRAMMA
I Modulo:
PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE ED ETICA

Il sistema delle fonti normative in materia di lotta alla corruzione.
Il concetto di “corruzione”: da una concezione penalistica ad una concezione relativa all’azione amministrativa (cd. maladministration).
Il sistema di multilivello di contrasto alla corruzione individuato dal legislatore nazionale.
Gli strumenti normativi ed etici previsti dalla Convenzione Onu e della Legge anticorruzione.
L’etica al centro.
La prevenzione della corruzione come strategia politica dell’Ente: la diffusione della conoscenza come strumento di prevenzione per prevenire comportamenti “corruttibili”.
L’organo di indirizzo politico:
- Funzioni, compiti e responsabilità nell’organizzazione della strategia all’interno dell’ente.
- L’individuazione degli obiettivi strategici.
Il conflitto di interessi: quando si verifica? Come attuarlo e gestirlo. L’obbligo di astensione e il dovere di comunicazione. Inconferibilità, incompatibilità e cumulo di impieghi e incarichi. La rotazione del personale. Le misure alternative alla rotazione del personale.
Il whistleblowing: Definizione e modalità organizzative. Tutela del segnalante e del segnalato. Obbligo di azione da parte del RPCT.
Il pantouflage: Cosa è? L’imparzialità del dipendente dopo la cessazione del rapporto di lavoro. Indicazioni operative. Dipendenti condannati per reati contro la P.A.
Il ruolo e le funzioni dell’ANAC.

II Modulo:
LA NUOVA METODOLOGIA DI GESTIONE DEI RISCHI CORRUTTIVI DEL PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE

La strategia di prevenzione della corruzione.
Il Piano Nazionale Anticorruzione (PNA) come strumento di indirizzo anticorruzione.
Il Piano Nazionale Anticorruzione e il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza.
Gli strumenti di programmazione della prevenzione della corruzione.
Il nuovo concetto di corruzione introdotto dal Piano Nazionale Anticorruzione 2019: Struttura e contenuto generale. La nuova metodologia di gestione del rischio corruzione.
Il PNA 2019-2021 e i suoi allegati: l’applicazione all’interno dell’Ente.
- Una nuova metodologia qualitativa/quantitativa per la gestione dei rischi corruttivi.
Gli strumenti: il Piano Anticorruzione, il Programma della trasparenza, il Codice di comportamento, il Piano delle Performance.
Le fasi di gestione del rischio corruzione: individuazione dei rischi, analisi dei rischi, valutazione dei rischi, trattamento dei rischi.
L’individuazione delle aree a rischio e la mappatura dei processi: definizione, identificazione, descrizione, rappresentazione.
L’analisi dei rischi e le modalità di identificazione del rischio: gli indicatori di rischio, la loro valutazione, analisi del contesto interno ed esterno.
Gestione, valutazione, ponderazione e valutazione del rischio: le fasi, le fonti informative, il registro degli eventi rischiosi.
Gli “indicatori”: il comportamento, la mancanza della formazione, il rispetto del Codice di comportamento generale e integrativo, il rispetto del PTPC.
La rotazione dei dirigenti e dei funzionari: condizioni, termini, modalità.

III Modulo:
RPCT, DIRIGENTI, DIPENDENTI, OIV

La governance dell’anticorruzione: i soggetti attuatori e gli strumenti attuativi all’interno dell’Ente.
La figura del Responsabile della Prevenzione della corruzione (RPCT):
- individuazione, funzioni, compiti e responsabilità.
- I criteri di scelta e il problema della sua “coincidenza” con altro dirigente dell’ente.
- L’autonomia gestionale del RPCT.
Il ruolo e le responsabilità dei dirigenti o figure similari:
- culpa in eligendo e culpa in vigilando.
- L’obbligo di collaborazione con il RPCT.
- Profili di responsabilità.
Gli obblighi dei dipendenti pubblici nel rispetto del PTPCT e del Codice di comportamento: il quadro sanzionatorio.
Le competenze degli Organismi di Valutazione (OIV) sulla applicazione delle norme sulla trasparenza:
- il rapporto fra obblighi di pubblicazione, obiettivi, performance e valutazione dei responsabili.
- L’incidenza delle violazioni delle norme sulla trasparenza e l’erogazione dell’indennità di risultato.

 

IV Modulo:
IL CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI PUBBLICI DOPO LE LINEE GUIDA ANAC N. 177/2020

I principi costituzionali dei codici di comportamento.
Codici etici e codici di comportamento: differenze sostanziali.
I codici di comportamento e la legge anticorruzione: finalità e natura dei codici.
Il codice di comportamento nazionale dei dipendenti pubblici (DPR n. 62/2013).
I principi, la struttura, il contenuto ed i doveri indicati nel codice nazionale.
L’attività di regolazione dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC).
Le nuove linee guida dell’ANAC (delibera n. 177/2020).
I contenuti necessari dei codici di comportamento delle amministrazioni pubbliche.
La procedura e le tecniche di redazione del codice.
I doveri comportamentali del codice.
Monitoraggio e vigilanza.
Codice di comportamento e Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza.
Codice di comportamento e Piano della Performance:
- Il sistema di misurazione e valutazione della performance.
- Il Piano della Performance.
- Gli obiettivi in materia di prevenzione della corruzione e di promozione della trasparenza.
- L’attività di regolazione dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC).
- Il collegamento tra Piano della Performance e Piano anticorruzione.
- I soggetti interessati e relative responsabilità.
- Monitoraggio e vigilanza.

V Modulo:
TRASPARENZA, OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE, ACCESSO

Fonti, strumenti e soggetti della trasparenza: dal D.Lgs. 33/13 al D.Lgs. 97/16. Evoluzione e novità.
Il contenuto della Sezione “Amministrazione Trasparente”: trasparenza e privacy.
Un connubio difficile dopo l’entrata in vigore del GDPR (Regolamento UE 2016/679).
La deliberazione ANAC n. 213 del 4 marzo 2020 e il comunicato del 12 marzo 2020.
Analisi del campione di obblighi di pubblicazione individuato dalla delibera ANAC n.213/2020: “Consulenti e collaboratori”. “Bandi di concorso”. “Attività e procedimenti”. “Sovvenzioni, contributi, sussidi e vantaggi economici”. “Servizi erogati”. “Informazioni ambientali”.
L’attività di vigilanza dell’ANAC: modalità attuative. Il nuovo regime delle responsabilità.
I profili sanzionatori.
L’attestazione annuale dell’OIV all’ANAC: Il ruolo degli OIV (oppure Organismi con funzioni analoghe) nell’ambito della trasparenza secondo il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33. Il documento di attestazione. La Griglia di valutazione. Scheda di sintesi sulla rilevazione degli OIV. Criteri di compilazione della Griglia di valutazione. Documento tecnico sui criteri di qualità per la pubblicazione dei dati.
L’accesso agli atti: dal diritto di accesso documentale al FOIA.
La sezione “Amministrazione trasparente” dei siti web istituzionali: sottosezioni di 1° e 2° livello.
Analisi dei principali obblighi di pubblicazione nella sezione “Amministrazione trasparente” previsti dal decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 e dal Codice dei Contratti Pubblici.
Le novità normative relative ad alcuni obblighi di pubblicazione.
Le disposizioni sugli obblighi di pubblicazione relative ai titolari di incarichi dirigenziali.
Le vigenti forme di diritto di accesso: Accesso documentale. Accesso civico. Accesso generalizzato. Accesso dei consiglieri comunali e provinciali. Accesso ambientale.
Il diritto di accesso agli atti delle procedure di gara secondo il Codice dei Contratti pubblici.
Analisi dei più recenti orientamenti giurisprudenziali in materia di accesso agli atti.


CERTIFICAZIONE RILASCIATA: 

Al termine del Master i partecipanti effettueranno una prova di verifica finale dell’apprendimento, consistente in quiz a risposta multipla.
In caso di superamento, EBIT Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A. rilascerà l’attestato finale di partecipazione e di profitto.

NOTE OPERATIVE: 

In relazione al numero delle adesioni pervenute EBIT, 7 giorni prima del Master, fornisce agli iscritti conferma o disdetta scritta dello stesso a mezzo e-mail.
È possibile sostituire i nominativi degli iscritti in ogni momento.
Le quote di partecipazione sono + iva (iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell’art. 14, comma 10, L. 537/1993).
Marca da bollo da €2 e spese bancarie sono a carico dell’Ente.
In caso di acquisti sul MePA fino a €5.000 le tariffe suindicate sono maggiorate di € 30 per spese amministrative e di gestione.
La partecipazione al Master include accesso aula + coffee break + materiale didattico (accessibile da area riservata) + block notes e penna + attestato di partecipazione e profitto.

COORDINATE BANCARIE: 

EBIT srl
Fineco Banca SpA, Largo Anzani n. 3 - 00128 Roma c/c: 000003442537 ABI: 03015 CAB: 03200 IBAN: IT03U0301503200000003442537



 

EBIT srl
Viale della Libertà, 197/A - 73100 Lecce
C.F. e P.I.: 03814900753
PEC: ebitsrl@pec.it

EBIT CORSI DI ALTA FORMAZIONE
E MASTER SPECIALISTICI
PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Kiwa Accredia

EBIT è in possesso del Certificato del Sistema di Gestione per la Qualità ISO 9001:2015 (Settore EA 37, 35) rilasciato da Kiwa Cermet Italia

Print Friendly and PDF  

© Tutti i diritti riservati 2021 infoebit.com - Corsi di alta formazione e Master specialistici per la Pubblica Amministrazione

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.
Cliccando su "OK" acconsenti all’uso dei cookie
Ok