GLI ACQUISTI DI BENI E SERVIZI DOPO LA LEGGE 14/06/2019, N. 55 (cd. sblocca cantieri): COME CAMBIANO LE MODALITÀ DEGLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA

EBIT Corsi di formazione P.A.: Il corso esamina le numerose novità in materia di appalti pubblici intervenute dopo il D.L. 18 aprile 2019, n. 32 e della Legge 14 giugno 2019, n. 55 (cd. Sblocca Cantieri).

DOCENTE:

ISCRIZIONE ON LINE

Scegli le date e la sede per procedere all'iscrizione

16 giugno 2020 - BOLOGNA

CODICE MEPA: EBIT388

DATE E SEDI:
16 giugno 2020 - BOLOGNA, Mercure Hotel Bologna Centro (Viale Pietramellara, 59)

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DOCENTE: dott. ALESSANDRO QUARTA, Esperto in materia di appalti e contratti – Componente di commissioni di gara – Ufficiale Rogante – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

DESTINATARI: Il corso di formazione, per la sua specificità e per gli obiettivi che persegue, ha come destinatari i RUP (amministrativi e tecnici), i dipendenti con funzioni direttive, gli addetti alle strutture di supporto, i Dirigenti, funzionari, addetti agli uffici Appalti, Contratti, Economato, i responsabili e i referenti dell’Anticorruzione nonché gli Avvocati degli Uffici legali e gli addetti agli Uffici legali.

OBIETTIVI: Il corso esamina le numerose novità in materia di appalti pubblici intervenute dopo il D.L. 18 aprile 2019, n. 32 e della Legge 14 giugno 2019, n. 55 (cd. Sblocca Cantieri).
A seguire l’analisi si concentrerà sulle modalità di affidamento diretto, sull’obbligatorietà del Mepa alla luce della modifica intervenuta sull’art.1, comma 450 della Legge 296/2007 per effetto dell’art.1, comma 68 della Legge di Bilancio 2019 e sulla conseguente obbligatorietà delle comunicazioni elettroniche ex art.40, comma 2, del Codice dei Contratti.
Ampio spazio sarà dedicato alle procedure sotto soglia e agli adempimenti connessi sia nelle ipotesi di affidamenti diretti che nelle procedure negoziate.
Ampio spazio sarà dedicato all’esame di casi operativi e alla risposta ai quesiti.

PROGRAMMA:
A) L’affidamento diretto infra 40.000 € dopo l’aggiornamento delle Linee guida ANAC n. 4
Le diverse possibili procedure per gli affidamenti infra 40.000 euro.
L’applicazione del principio di rotazione degli affidamenti diretti secondo la giurisprudenza e le Linee guida ANAC n. 4.
La questione del riaffidamento diretto al contraente “uscente”: la motivazione aggravata. Casistica operativa.
La questione della motivazione dell’affidamento diretto dopo la modifica dell’art. 36, co. 2, lett. a), del Codice.
La motivazione circa la congruità economicità in assenza della richiesta di più preventivi.
La determina a contrarre “semplificata” o atto equivalente per gli affidamenti diretti senza previa consultazione di più operatori economici.
Le ulteriori semplificazioni previste dal Decreto correttivo: l’esonero dalle cauzioni e le FAQ dell’ANAC, la deroga all’obbligo di indicare i costi della sicurezza e della manodopera, la possibilità di ricorrere al prezzo più basso, ecc.
La verifica “semplificata” dei requisiti nell’aggiornamento delle Linee guida ANAC n. 4.
La stipula del contratto e le relative forme: lo scambio di corrispondenza e la questione dell’applicazione del bollo.
B) L’affidamento diretto previa consultazione di cinque operatori economici previsto dall’art.36, comma 2, lett.b) del D. Lgs. 50/2016 nella nuova versione introdotta dalla Legge 14 giugno 2019, n.55 per importi pari o superiori a € 40.000,00 e fino alla soglia comunitaria.
La differenza tra affidamento diretto ex art.36, comma 2, lett.a) e affidamento diretto “mediato” ex art.36, comma 2, lett.b);
Il numero minimo dei soggetti da invitare: l’eventuale integrazione e le modalità attuative.
Il numero massimo dei soggetti da invitare e la riduzione mediante sorteggio o altri criteri. Il rapporto con la rotazione.
La scelta degli operatori da invitare: i principi generali e le Linee guida ANAC.
Gli elenchi aperti: modalità di costituzione e aggiornamento.
L’indagine di mercato: la pubblicazione dell’avviso sul profilo di committente e le altre misure per garantire trasparenza e concorrenza.
La lettera di invito: il contenuto minimo secondo le Linee guida ANAC e le opportune integrazioni.
La verifica dei requisiti dopo l’aggiornamento delle Linee guida ANAC n. 4.
L’applicazione della procedura sulle piattaforme elettroniche (MePA, sistemi telematici di negoziazione).
La “nuova” determina a contrarre semplificata prevista dall’art.36, comma 2, lett.b).
La stipula del contratto.

ISCRIZIONE ON LINE

Scegli le date e la sede per procedere all'iscrizione

16 giugno 2020 - BOLOGNA

Corso a catalogo
Corso residenziale

Esperto in materia di appalti e contratti – Componente di commissioni di gara – Ufficiale Rogante – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

EBIT srl | Viale della Libertà, 197/A – 73100 Lecce – C.F. e P.I. 03814900753 | Tel. 0832/396823 Fax 0832/1830409
e-mail:info @ infoebit.com - PEC: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Copyright © EBIT - Riproduzione riservata 2004-2020

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all’uso dei cookie