AFFIDAMENTO DEI CONTRATTI PUBBLICI DI IMPORTO INFERIORE ALLE SOGLIE DI RILEVANZA COMUNITARIA, SIMULAZIONI OPERATIVE UTILIZZO MEPA, TRATTATIVA DIRETTA, OBBLIGHI DI TRASPARENZA

DOCENTE:
  • Corso a catalogo
    Corso residenziale
  • ISCRIZIONE ON LINE

    Scegli le date e la sede per procedere all'iscrizione

    17 e 18 luglio 2019 - MILANO

Codice MEPA: EBIT209

17 e 18 luglio 2019 - MILANO, Hotel Bristol (Via Scarlatti, 32)

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DESTINATARI: Dirigenti, funzionari e Responsabili di procedimento di uffici tecnici e contratti – Dipendenti interessati alla materia

DOCENTE: dott. ALESSANDRO QUARTA, Esperto in materia di appalti e contratti – Componente di commissioni di gara – Ufficiale Rogante – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

MATERIALE DIDATTICO: Slides; Modulistica; Raccolta normativa

PROGRAMMA: Premessa. Ambito di applicazione. Principi comuni. L’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture importo inferiore a 40.000,00 euro: a) il rispetto del principio di rotazione e in modo da assicurare l’effettiva possibilità di partecipazione delle microimprese, piccole e medie imprese: b) affidamenti diretti e obblighi di motivazione; c) l’amministrazione diretta. L’affidamento di lavori di importo pari o superiore a 40.000 euro ed inferiore a 150.000 euro. L’affidamento di forniture e i servizi di importo pari o superiore a 40.000 euro ed inferiore alla soglia comunitaria. La procedura negoziata: a) consultazione, ove esistenti, di almeno cinque operatori economici individuati sulla base di indagini di mercato; b) consultazione di elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti. I lavori in amministrazione diretta. L’avviso sui risultati della procedura di affidamento e l’indicazione anche dei soggetti invitati. I lavori di importo pari o superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 di euro: a) procedura negoziata senza previa pubblicazione di bando di gara; b) applicabilità dell’art.63 del D.Lgs. 50/2016; c) consultazione di almeno dieci operatori economici, ove esistenti, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti, individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici; d) l’avviso sui risultati della procedura di affidamento e l’indicazione anche dei soggetti invitati. I lavori di importo pari o superiore a 1.000.000 di euro: a) il ricorso alle procedure ordinarie; b) pubblicazione di avviso o bando di gara. L’aggiudicazione: a) la verifica dei requisiti generali; b) la consultazione della Banca dati nazionale degli operatori economici; c) la verifica del possesso dei requisiti economici e finanziari e tecnico professionali richiesti nella lettera di invito o nel bando di gara; d) il ricorso alle procedure negoziate e la verifica dei requisiti ai fini della stipula del contratto nei confronti dell’aggiudicatario; e) la possibilità di estendere le verifiche agli altri partecipanti. La possibilità di procedere attraverso un mercato elettronico che consenta acquisti telematici basati su un sistema che attua procedure di scelta del contraente interamente gestite per via elettronica. Il MEPA. LE NUOVE MODALITÀ DI UTILIZZO DEL MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. SIMULAZIONE OPERATIVA: L’obbligatorietà dell’utilizzo del Mercato Elettronico per acquisti di beni e servizi per importi superiori a 1.000 euro. Le procedure di negoziazione con criterio di aggiudicazione al prezzo più basso e il meccanismo automatico di sorteggio casuale dei 5 criteri di calcolo della soglia di anomalia come previsto dall’art. 97 del D.Lgs. 50/2016. La funzione “Offerte presentate e sorteggio” con cui è possibile procedere anche al sorteggio, ai fini del controllo sul possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-professionale, previsto all’art. 58, comma 3, del D.Lgs. 50/2016. La funzione “Gestione permessi e commissione di gara” che consente la profilazione dei ruoli di una commissione di gara (Presidente di commissione e membri di commissione) nell’ambito delle RdO del MePA. La funzione “Articoli” della procedura di creazione della RdO ed il campo per l’inserimento degli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. La nuova procedura della “Trattativa Diretta” all’interno del MEPA. Gli atti da inserire. I contratti generati tramite Mepa. Lo scambio proposta/accettazione. Le problematiche connesse all’applicazione dell’imposta sul bollo. La Delibera n. 1097  del 26  ottobre 2016: Linee Guida n. 4, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici”. La determina a contrarre: a) nel caso di gara sotto soglia; b) nel caso di affidamento diretto per forniture e servizi al di sotto dei 40.000,00 euro; c) nel caso di procedura negoziata per forniture e servizi da 40.000.00 a 209.000,00 euro. La richiesta di deroga all’obbligatorietà delle Convenzioni Consip. Gli atti da inserire nel caso di utilizzo del mercato elettronico della P.A. I principi generali del codice ex art.30 e 36 del D. Lgs. 50/2016 e, in particolare, il divieto di artificioso frazionamento e la rotazione degli operatori economici. Gli affidamenti ad operatori economici uscenti. La motivazione da inserire nella determina a contrarre: adeguata, sintetica, stringente. I criteri di aggiudicazione. L’offerta economicamente più vantaggiosa e quello residuale del minor prezzo dopo le Linee Guida Anac n. 2 del 21 settembre 2016. L’art.21 del D.Lgs. 50/2016 in tema di programmazione degli acquisti e l’art.29 in tema di rafforzamento della trasparenza. L’art.1, comma 510, della Legge di stabilità 2016. L’obbligo di utilizzo delle Convenzioni Consip e le deroghe. L’organo di vertice amministrativo. Il parere n.14/2016 della Corte dei Conti, sez. Liguria. Il criterio della mancanza di soddisfacimento dello specifico fabbisogno dell’amministrazione. La trasmissione della delibera di deroga alla Corte dei Conti. La razionalizzazione di acquisti e servizi informatici e il Piano triennale dell’AGID. La possibilità di effettuare acquisti autonomi. L’obbligatorietà dell’utilizzo del Mercato Elettronico per acquisti di beni e servizi per importi superiori a 1.000 euro. La circolare MEF n. 12 del 23 marzo 2016. La sentenza del Consiglio di Stato – sez. V. n. 1942/2015. La clausola di revisione prezzo. Gli acquisti informatici e la circolare dell’AGID del 24 giugno 2016. Gli atti di gara: Disciplinare di gara e clausole obbligatorie e facoltative da inserire. La domanda di partecipazione nel caso di acquisti al di sotto dei 40.000 euro e il DGUE per acquisti al di sopra dei 40.000,00 euro. La dichiarazione di possesso dei requisiti di partecipazione ex art.80 D.Lgs. 50/2016. Il comunicato del Presidente dell’Anac del 14 novembre 2016: indicazioni alle stazioni appaltanti e operatori economici sulla causa di esclusione (art. 80 del Codice). Il Protocollo di legalità. I patti d’integrità. La clausola di pantouflage. Estratto bando di gara. Il Documento di Gara Unico Europeo (DGUE) alla luce della Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 22 luglio 2016 ed i casi di utilizzo nelle ipotesi di acquisti sotto soglia. Lettera d’invito. Il modulo Offerta. Il capitolato speciale d’appalto. Il capitolato tecnico. Cauzioni provvisorie e definitive. Il soccorso istruttorio. La determina di aggiudicazione. La determina di risoluzione e/ o rescissione di un contratto. La determina di revoca di un appalto. Determina di accettazione di cessione di credito. Schema di lettera da inoltrare all’INPS in caso di intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di irregolarità contributiva. Dichiarazione di consenso al trattamento dei dati personali. Il Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali. La determina di adesione alle Convenzioni Consip. Determina di Nomina Commissione incaricata dell’esame delle offerte qualitative (fino all’adozione dell’albo Istituito dall’ANAC ai sensi dell’art.78 del D.Lgs. 50/2016). Determina di nomina della Commissione per gli acquisti sotto soglia ex art.36 del D. Lgs. 50/2016 dopo le Linee Guida Anac n. 5 del 23 novembre 2016. Dichiarazione, da parte dei Commissari, delle cause di incompatibilità e di astensione. Avviso procedura negoziata. Avviso di post-informazione. Comunicazione aggiudicazione definitiva. Comunicazione esclusione. Comunicazione di avvenuta stipula di un contratto. Comunicazione anomalia dell’offerta ex art.97 del D.Lgs. 50/2016. Determina di esclusione da una procedura di appalto. Le verifiche dei requisiti generali ex art. 80 del Codice dei Contratti anche alla luce delle “Linee guida n. 6, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti «Indicazione dei mezzi di prova adeguati e delle carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto che possano considerarsi significative per la dimostrazione delle circostanze di esclusione di cui all’art. 80, comma 5, lett. c) del Codice». Determina di annullamento di una gara. Lettera applicazione penali. Autocertificazione conto dedicato. Dichiarazione inerente il rispetto della tracciabilità dei flussi finanziari. La determina contenente la motivazione del ricorso al minor prezzo quale criterio di aggiudicazione di un appalto sotto soglia. Il ricorso alle procedure ordinarie negli acquisti sotto soglia: a) il rispetto dei principi e dei termini previsti dall’articolo 79 e negli articoli da 60 a 63 del Codice; b) la riduzione a metà dei termini; c) la pubblicazione dei bandi e degli avvisi sul profilo del committente della stazione appaltante e sulla piattaforma digitale dei bandi di gara presso l’ANAC. Il periodo transitorio: 1) la pubblicazione degli avvisi e dei bandi per i contratti relativi a lavori di importo pari o superiore a cinquecentomila euro; 2) la pubblicazione degli avvisi e dei bandi per i contratti relativi a forniture e servizi; c) la pubblicazione degli avvisi e dei bandi per i contratti relativi a lavori di importo inferiore a cinquecentomila euro. Il D.L. 30 dicembre 2016 n. 244 (Decreto Milleproroghe 2017): l’art. 216, comma 11, terzo periodo del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50. Il Documento di Gara Unico Europeo (DGUE) alla luce della Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 22 luglio 2016. Le nuove modalità operative di richiesta CIG alla luce dei comunicati del Presidente dell’ANAC del 13 luglio 2016. Inizio, esecuzione e stipula del contratto. La dichiarazione di efficacia. L’esecuzione in via d’urgenza. Modalità di stipula del contratto. I contratti in forma pubblico-amministrativa ed il ruolo dell’ufficiale rogante. I contratti stipulati tramite corrispondenza commerciale e per scrittura privata. Differenze. La sottoscrizione dei contratti stipulati con modalità elettronica. La firma digitale. La marcatura temporale. La repertoriazione dei contratti stipulati in forma pubblico-amministrativa. L’imposta di registro. Le Linee Guida ANAC per il ricorso a procedure negoziate senza previa pubblicazione di un bando nel caso di forniture e servizi ritenuti infungibili. Cenni sull’applicazione dell’art. 192 del Codice dei contratti: affidamenti in House e le nuove bozze di Linee Guida Anac pubblicate in data 2 gennaio 2017. Gli obblighi di trasparenza ex art.29 del D.Lgs. 50/2016. In particolare: Linee Guida Anac (determinazione n. 1309 del 28 dicembre 2016) recanti indicazioni operative ai fini della definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico di cui all’art.5, comma 2 del D.Lgs. 33/2013Art. 5-bis, comma 6, del d.lgs. n. 33 del 14/03/2013 recante «Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni». Linee Guida Anac (delibera n. 1310 del 28 dicembre 2016) recanti indicazioni sull’attuazione degli obblighi di pubblicità, traaprenza e diffusione delle informazioni contenute nel D.Lgs. 33/2013, come modificato dal D.Lgs. 97/2016.

ISCRIZIONE ON LINE

Scegli le date e la sede per procedere all'iscrizione

17 e 18 luglio 2019 - MILANO

Esperto in materia di appalti e contratti – Componente di commissioni di gara – Ufficiale Rogante – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

EBIT srl | Viale della Libertà, 197/A – 73100 Lecce – C.F. e P.I. 03814900753 | Tel. 0832/396823 Fax 0832/1830409
e-mail:info @ infoebit.com - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright © EBIT - Riproduzione riservata 2004-2019

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all’uso dei cookie
Cookie policy Ok