LA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

DOCENTE:
  • Corso a catalogo
    Corso residenziale
    Elearning
    Consulenza
  • ISCRIZIONE ON LINE


Codice MEPA: EBIT332

21 marzo 2019 - MILANO, Hotel Bristol (Via Scarlatti, 32)
12 aprile 2019 - BOLOGNA, Mercure Hotel Bologna Centro (Viale Pietramellara, 59)
21 maggio 2019 - ROMA, Hotel Royal Santina (Via Marsala, 22)
5 luglio 2019 - CAGLIARI, Hotel Flora (Via Sassari, 45)

ORARI: 9,00-14,00

DESTINATARI: Uffici Tecnici; Uffici Ambiente; Polizie Locali.

DOCENTE: avv. GAETANO ALBORINO, Esperto in legislazione ambientale – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

OBIETTIVI:
La giornata di studi, che si rivolge tanto al Personale amministrativo degli Uffici Ambiente, quanto ai dipendenti delle aziende di raccolta, oltre a quello delle Polizie Locali, affronterà con taglio pratico-operativo, anche con un’ampia casistica ed uno spazio tutto dedicato ai quesiti, tutte le novità normative e giurisprudenziali intervenute nel complesso campo della gestione dei rifiuti urbani.

In primis, sarà presentata la disciplina dell’assimilabilità dei rifiuti speciali non pericolosi ai rifiuti urbani, alla luce dei recenti orientamenti giurisprudenziali, rilevante sia ai fini della tariffazione, sia ai fini del conferimento dei rifiuti al servizio di igiene urbana. In particolare, l’obbligo di disciplinare le riduzioni per chi conferisce i rifiuti assimilati alle imprese e non al soggetto pubblico.

Quindi, la corretta gestione degli imballaggi e dei rifiuti da imballaggi. Il caso della raccolta (da parte dei privati) delle bottiglie vuote, ma anche di carta e cartone, soprattutto presso i supermercati e i centri commerciali.

Saranno esaminati, da un lato, tutti gli adempimenti tecnici e giuridici richiesti ai fini di una corretta gestione dei rifiuti; dall’altro, le prassi diffuse, che configurano, di contro, i reati di illecita gestione di rifiuti.

Sfalci e potature da aree verdi (pubbliche e private): le ultime novità introdotte dalla Legge 28 luglio 2016, nr. 154 e dal nuovo accordo in conferenza Stato-Regioni sullo standard professionale e formativo per l’attività di manutenzione del verde.

Da ultimo, ma non per importanza, la complessa tematica degli abbandoni di rifiuti sulle strade, negli alvei e nelle aree private, secondo i più recenti orientamenti della Giurisprudenza.

Ampio spazio ai quesiti.

PROGRAMMA

La corretta gestione dei rifiuti in città

  • La classificazione dei rifiuti.
  • Le modalità di conferimento dei rifiuti al gestore del servizio pubblico di raccolta.
  • Gli adempimenti degli esercizi pubblici e degli esercizi commerciali.
  • Gli adempimenti degli enti pubblici e privati (scuole; banche; poste; ospedali …).
  • La gestione di particolari tipologie di rifiuti: rifiuti da imballaggi; rifiuti da costruzione e demolizione; rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (R.A.E.E.); veicoli fuori uso e loro pezzi; pneumatici fuori uso, rifiuti agricoli; rifiuti cimiteriali.
  • L’attività di raccolta e trasporto di rifiuti delle associazioni di volontariato e degli enti religiosi: le nuove disposizioni introdotte dalla Legge di Bilancio 2018

La disciplina dell’assimilabilità dei rifiuti. Le ultime novità legislative e giurisprudenziali, rilevanti sia ai fini della tariffazione, sia soprattutto ai fini del conferimento dei rifiuti al servizio pubblico di raccolta, nonché ai centri comunali di raccolta.

Sfalci e potature da aree verdi (pubbliche e private). Le recenti disposizioni introdotte dalla Legge 28 luglio 2016, nr. 154 e il nuovo accordo in conferenza Stato-Regione sullo standard professionale e formativo per l’attività di manutenzione del verde. Le condizioni per gli enti pubblici che consentono il corretto affidamento del servizio di manutenzione del verde.

La Legge cd. Green economy. Le misure necessarie per incrementare la raccolta differenziata e le disposizioni per favorire le politiche di prevenzione nella produzione dei rifiuti. Tutte le novità introdotte nella disciplina dei rifiuti urbani.

Le ordinanze comunali in materia di rifiuti

  • Il potere di ordinanza dei Comuni.
  • Le ordinanze in materia ambientale.
  • Le ordinanze in materia di rifiuti: le diverse tipologie di ordinanze.
  • Le ordinanze adottate ai sensi dell’art. 191 del T.U.A., come riformato dalla Legge cd. Green economy. L’affidamento del servizio di igiene urbana mediante lo strumento dell’ordinanza ex art. 191: l’orientamento della giurisprudenza.
  • Le ordinanze sindacali per la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti. L’accertamento della responsabilità del proprietario del fondo su cui sono sversati i rifiuti.

Il ruolo dei centri comunali di raccolta

  • Gli adempimenti amministrativi del gestore del centro di raccolta. La tenuta dei registri di carico e scarico – MUD.
  • Il SISTRI: Le ultime novità.
  • I rifiuti che possono essere conferiti presso i centri di raccolta.
  • Le competenze dei Comuni.
  • I soggetti che possono conferire al centro di raccolta.
  • Illeciti e sanzioni.

La raccolta e il trasporto dei rifiuti urbani

Gli adempimenti per la corretta tracciabilità dei rifiuti urbani.

La trasmissione della quarta copia del F.I.R. al produttore: le nuove modalità recentemente previste dalla Legge di Bilancio 2018.

Soste tecniche e trasbordi di rifiuti: criticità e soluzioni.

Abbandono e depositi incontrollati di rifiuti

Gli adempimenti e i provvedimenti della Pubblica Amministrazione nel caso di abbandono di rifiuti effettuato da ignoti su aree pubbliche e private.

Gli obblighi e le competenze del Comune nel ripristino dello stato di luoghi

L’abbandono di rifiuti e il deposito incontrollato sulle aree del demanio

L’abbandono di rifiuti su aree di proprietà dello Stato: casi e procedure da adottare

Un caso ricorrente: i rifiuti sui cigli della strada. A chi compete la rimozione e lo smaltimento nel recente orientamento della giurisprudenza?

L’accertamento dell’abbandono dei rifiuti mediante sistema di videosorveglianza e foto trappole. Tutte le novità normative e giurisprudenziali.

OFFERTA SPECIALE
1° iscritto: € 190,00
2° iscritto e successivi dello stesso Ente: € 160,00

(promozione non cumulabile con offerta 3x2)

Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93. Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

 

ISCRIZIONE ON LINE


Esperto in legislazione ambientale – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

EBIT srl | Viale della Libertà, 197/A – 73100 Lecce – C.F. e P.I. 03814900753 | Tel. 0832/396823 Fax 0832/1830409
e-mail:info @ infoebit.com - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright © EBIT - Riproduzione riservata 2004-2019

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all’uso dei cookie
Cookie policy Ok